Guarda la TV
Ora in onda: 21:41:23 - DOMANDA & OFFERTA - VIAGGIO NEL MERCATO DEGLI AGGREGATI RICICLATI
A seguire: 21:57:35 - RIFIUTI, BRAGA: "CRITICITÀ CREANO TERRENO PERMEABILE AGLI ILLECITI"

LAZIO, RIFIUTI: TUTTO PRONTO PER GLI STATI GENERALI

Una discarica, Malagrotta, chiusa ormai da 5 anni. Centinaia di migliaia di tonnellate di rifiuti spedite a trattamento fuori Regione. Un piano di gestione per il comune di Roma, che prevede zero discariche e zero inceneritori. Un rimpallo di responsabilità, tra Regione e Comune su quale tra i due Enti debba assumersi l’onere di individuare il luogo che ospiterà l’impianto necessario a raccogliere quella parte di rifiuti prodotta nella Capitale (pari a più della metà della produzione totale) che non finisce nel circuito della differenziata. Una scadenza: fine giugno, termine entro il quale la Regione – secondo una sentenza del Tar – è obbligata ad individuare una rete di siti di smaltimento che garantisca l’autosufficienza a Roma e al Lazio, pena la nomina di un commissario. Questi i temi che saranno al centro degli stati generali dei rifiuti nel Lazio, il dibattito pubblico promosso da Ricicla.tv e Innovambiente che sarà ospitato il prossimo martedì dalla casa del cinema di Roma. L'evento, condotto e moderato dalla giornalista di Ricicla.tv Monica D’Ambrosio e dal noto geologo del Cnr Mario Tozzi punterà a fare luce su criticità e prospettive del ciclo dei rifiuti urbani nella Capitale e nel Lazio, avvalendosi della partecipazione delle più autorevoli voci del settore. Prenderanno parte al dibattito, tra gli altri, Alessandro Bratti, direttore generale Ispra, Massimiliano Valeriani, assessore regionale all’urbanistica e al ciclo dei rifiuti del Lazio, Tiziano Mazzoni, dirigente del settore ambiente di Utilitalia, Rossano Ercolini, referente di Zero Waste Italia e Roberto Scacchi, presidente di Legambiente Lazio. Gli ospiti sul palco e il pubblico in platea si confronteranno sulle prospettive di sviluppo di un ciclo di gestione che renda la Regione autonoma e schivi il pericolo emergenza per la Capitale d’Italia. All’evento, patrocinato da ministero dell'ambiente, Ispra, Regione Lazio e Fareambiente, sono stati invitati a partecipare i Sindaci del Lazio, le Arpa, il Commissariato di Governo per la Bonifica delle discariche abusive, gli organi di controllo, le forze dell’ordine, i magistrati della procura di Roma, imprese, associazioni di categoria e cittadini.

Condividi: