Guarda la TV
Ora in onda: 06:39:57 - VEICOLI A FINE VITA: ALLARME PER LE NUOVE NORME SULL'ESPORTAZIONE
A seguire: 06:51:34 - RICICLO E RICERCA: ALLA SCOPERTA DEL CIRI DI RIMINI

GESTIONE DEI RIFIUTI E DIRITTO, DA BARI NUOVE PROSPETTIVE

Rinascita e circolarità: sono queste le parole chiave che hanno animato il seminario accademico "Il ciclo della gestione dei rifiuti nella legalità del diritto dell'ambiente", ospitato dall'aula magna "Cossu" dell'Università degli studi Aldo Moro di Bari nel pomeriggio di venerdì 23 giugno. Promosso da Cisambiente, associazione di categoria di Confesercenti impegnata nel settore ambientale attraverso l'aggregrazione di alcune aziende italiane operanti nel detto ambito, l'incontro ha messo in mostra un concetto predominante: fare ricerca nel settore del diritto dell'ambiente è ormai una autentica necessità, utile per rendere sempre più agevole l'applicazione concreta di norme complesse, ma a volte non perfettamente calzanti con i tempi concorrenti. Una mission ribadita da Lucia Leonessi e Luciano Milanese, rispettivamente direttore generale e presidente di Cisambiente, intervenuti ai microfoni di Ricicla.Tv.
L'incontro ha rappresentato l'occasione per incrociare innovazione e attività di ricerca, come spiegato dall'ingegnere Francesco Maltoni, Presidente di Energeticambiente Srl - Gruppo Biancamano e amministratore unico Consorzio stabile Ambiente 2.0 . Nel corso del convegno è stata anche presentata una Richiesta di Brevetto relativamente a una invenzione dal titolo “Processo pirolitico veloce a basso impatto ambientale (flash pirolisi)”. La titolarità del brevetto è al 50% dell’Università di Bari e al 50% del Laboratorio di analisi industriali Marchionni Srl, Manfredonia (FG). Economia circolare e sviluppo del territorio: due stelle polari presenti nell'arco dell'intero seminario, nonchè concetti fondanti per Gianfranco Grandaliano, vice presidente, con delega alla coesione territoriale, di Utilitalia, l’organismo nazionale nato dalla fusione fra Federambiente e Federutility, che accoglie e rappresenta tutte le aziende italiane del settore energia, ambiente e acqua. Grandaliano ha ribadito la necessità di  alimentare il lavoro intenso e mirato che ha dato vita a un processo di crescita esponenziale e costante, grazie a un piano industriale a tappe. Tappe, come quella vissuta a Bari, dove il ciclo della gestione dei rifiuti ha conosciuto nuove prospettive e radicato le sue basi legislative.
Condividi: